Pubblicazioni

Gianni Bassi, Rossana Zamburlin
La comunicazione nel rapporto di coppia
ed. San Paolo, Cinisello B. (MI) 2008 (quarta edizione), pag. 188, € 12,00
ISBN 978-88-215-6273-0 

 

dalla Presentazione degli Autori

Le statistiche riguardanti separazioni, divorzi, tradimenti, ecc. mostrano che è arrivato il momento di lavorare per la prevenzione, sviluppare la cultura riguardo tutto ciò che concerne la coppia, per sostenerla. Questo libro vuole essere un contributo per migliorare la comunicazione fra i partner e fra genitori e figli. Può essere letto sia dalle coppie in evoluzione positiva, sia da coppie in difficoltà, essendo tuttavia coscienti che nel caso di disagio grave e profondo è necessario rivolgersi a esperti del rapporto di coppia. A volte, purtroppo, certi rapporti sono così logorati che non hanno altro sbocco che il tribunale. Si deve anche dire che con troppa facilità, soprattutto nelle giovani coppie, vengono coinvolti avvocati e giudici, invece di guardarsi dentro: l'amore più o meno perso e le nuove soluzioni sono nelle profondità della psiche, non certo fuori...
Il primo capitolo infatti vuole dare alcune indicazioni sull'arte del dialogo. Che cosa caratterizza una comunicazione positiva, da una che crea disagio e difficoltà? Si potrebbe sintetizzare tutto in una frase: esprimere le emozioni e i sentimenti positivi, ciò che unisce; elaborare, trasformare le emozioni e i sentimenti negativi fino a farli diventare positivi, cioè uno stimolo ad affrontare insieme tutti i problemi e i conflitti che inevitabilmente la vita quotidiana pone.
Nel secondo capitolo viene sottolineato che in una profonda comunicazione è fondamentale ascoltare prima di parlare: troppo spesso nelle coppie, e non solo in queste, le persone "si parlano addosso", nel senso che spesso non hanno ascoltato quello che ha detto l'interlocutore e si va avanti a parlare in una specie di "delirio autistico", ognuno dentro al suo guscio, mentre altri sembrano parlare, ma in realtà stanno dando ordini, col risultato che ad un certo punto il partner non ascolta. Quindi emerge chiaramente l'importanza di un ascolto vero ed autentico, che permetta una risposta altrettanto vera ed autentica, entrando nel merito di ciò che si sta dicendo.
Nel terzo capitolo viene analizzato come utilizzare costruttivamente le critiche che possono essere costruttive e possono far evolvere il rapporto di coppia: non è obbligatorio difendersi e considerarle dei giudizi di valore da respingere...
Nel quarto capitolo vengono messe in risalto le differenze strutturali e culturali della comunicazione fra maschio e femmina. Sembra che l'uomo tenda a risolvere i problemi da sé, mentre la donna ha bisogno di parlare, di avere un interlocutore per affrontare e risolvere gli stress della vita. Se la coppia non prende coscienza di queste diversità, non le rispetta, non le integra e non trova un accordo i litigi sono destinati a moltiplicarsi.
Nel quinto capitolo viene messo in risalto che all'inizio del rapporto di coppia si tende a dire di sì per amore anche quando non si è completamente d'accordo, dopo un po' di tempo e di frustrazioni non affrontate e non risolte grazie ad un dialogo vero, profondo e con affetto, si inizierà a dire di no, a volte diventerà un no preconcetto. Viene analizzato come avviene questo ribaltamento.
Nel sesto capitolo vengono sviluppate le modalità attraverso le quali diventano possibili una sana vicinanza e una profonda intimità, oltre ad una giocosa sessualità. Emerge chiaramente che le difese rigide, il narcisismo non permettono quella ricerca di sintonia, che è tipica della coppia felice. Molte persone, troppe, credono che l'intimità sia una realtà che si realizza spontaneamente: questa è una grande bugia che ha distrutto milioni di coppie. Come in tutte le cose per avere successo bisogna impegnarsi e l'amore non è cosa che si possa mettere al secondo posto.
Nel settimo capitolo viene analizzata l'importanza dell'attaccamento sicuro nella prima infanzia, soprattutto nel primo anno di vita con la madre. Questo tipo di rapporto riemergerà nel futuro rapporto di coppia ed è importante che non sia un attaccamento ansioso, ambivalente o disorganizzato.
Nell'ottavo capitolo viene analizzato il processo d'identificazione nel bambino: il bambino ha bisogno di un rapporto privilegiato col genitore omologo, cioè col padre se è maschio, con la madre se è femmina.
Nel nono capitolo viene affrontato il dialogo coi figli. E' ormai dimostrato scientificamente che la coppia unita è una risorsa fondamentale per risolvere i problemi dei figli, mentre una coppia divisa li può complicare all'infinito. Viene chiarito l'importanza di entrambi i genitori nell'educazione dei figli, non solo della madre come spesso accade. Inoltre si chiarisce che nella formazione dell'identità sessuale il genitore dello stesso sesso è più importante dell'altro.
Il decimo ed ultimo capitolo è dedicato all'analisi delle interferenze economiche e sociali, che vengono interiorizzate a livello individuale e che causano gravi difficoltà alle coppie: prima fra tutte l'invadenza del lavoro che fa vivere la coppia e la famiglia come un'azienda di servizi, anziché come luogo di condivisione dei sentimenti.

Cerca

Pubblicazioni

Area Riservata